Venerdì Nero in Svizzera? Cos’è?

Black FridayFenomeno sociale? Fenomeno di marketing o fenomeno soprannaturale?

Per un profano tutto lascia pensare che il Venerdì Nero, associato nella nostra mente ad un certo venerdì del 13, possa avere connotazioni nere e mistiche.

Alla fine, siamo fuori rotta.

E scopriamo che è una giornata di shopping sfrenato.

Il Venerdì Nero, comunemente noto come Black Friday, ha interessato particolarmente anche la Svizzera negli ultimi anni.

Quasi tutti i rivenditori offrono i loro prodotti in questa atmosfera pazzesca e frenetica e i prezzi sono spesso imbattibili.

Black Friday; una bella trovata di marketing?

Il Black Friday è, pertanto, una delle giornate di shopping più famose al mondo e, generalmente, l’inizio dello shopping natalizio.

Il Black Friday è una grande opportunità per i rivenditori di offrire ai consumatori tutti i tipi di prodotti a prezzi imbattibili.

Il Black Friday è in programma quest’anno per il 29 novembre 2019.

L’evento, in realtà, ebbe inizio negli Stati Uniti nel 1932.

Il Black Friday si celebra ogni anno durante l’ultimo venerdì di novembre. Segue la festa del Ringraziamento negli Stati Uniti.

È un’occasione per amici e familiari di ritrovarsi e trascorrere una piacevole giornata insieme dove il clou della giornata consiste in un sontuoso pasto di grande qualità culinaria.

Il giorno dopo il Giorno del Ringraziamento è l’inizio dello shopping di Natale a prezzo ridotto. Un’occasione per rallegrarsi e per aiutarsi a vicenda.

Il fenomeno del Black Friday ha raggiunto la Svizzera attraverso il ciberspazio nel 2015. Infatti, le ricerche di Google della parola chiave ” Black Friday ” sulla Net Svizzera hanno registrato un aumento di circa il 50% rispetto al 2014.

I rivenditori hanno colto rapidamente questa tendenza e hanno lanciato le prime offerte speciali. Inizialmente non si trattava di concorrenza in senso stretto, ma questi sconti di prezzo si spiegavano con il fatto che i clienti acquistavano principalmente i loro regali. Questi ribassi si sono diffusi negli ultimi anni. E poi c’è stata una lunga fila, diffusa in tutta la Svizzera.

Black Friday, il Venerdì Nero, come si può spiegare la sua denominazione?

Il venerdì nero si svolge nella sua forma autentica il giorno dopo il quarto giovedì di novembre.

Pensi che sia una formula troppo complicata?

Può darsi che lo sia! Per questo motivo abbiamo preparato per voi le date dei prossimi anni:

  • Black Friday 2019 : 29 novembre 2019
  • Black Friday 2020 : 27 novembre 2020
  • Black Friday 2021 : 26 Novembre 2021
  • Black Friday 2022 : 25 Novembre 2022

L’origine del nome Black Friday è ancora oscura.

Tuttavia, ci sono quattro ipotesi che potrebbero essere avanzate con assoluta riserva per spiegare l’origine di questo nome, il Venerdì Nero, il giorno dell’Evento dello Shopping.

Le migliori cifre di vendita:

Durante questo evento, i commercianti realizzano un buon fatturato. Ma allora, perché il colore nero?

In passato, all’inizio, il concetto si riferiva all’inchiostro utilizzato nei conti dei commercianti, che cambiava colore con l’aumento delle vendite decuplicato.

Siamo passati dal rosso, che simboleggiava un saldo di deficit, al nero, che invece significava un conto redditizio.

La folla nera:

Una seconda teoria, per metafora, associa questo nome all’immagine di questa massa umana che si sta dirigendo verso i centri commerciali in quel giorno. Tuttavia, in inverno le strade erano spesso buie, e gremite da questa massa, diventavano nere.

A forza di contare i soldi:

Quel giorno, i mercanti fecero affari così fruttuosi che, contando i soldi, le loro mani divennero nere.

Vendite di schiavi dopo il Ringraziamento:

Un’ipotesi che si riferisce alla storia dell’America.

In America, durante la guerra civile, molti schiavi furono venduti il giorno dopo il Giorno del Ringraziamento.

Ecco perché questo venerdì si chiama nero, alludendo forse al colore degli schiavi, e dove l’aggettivo ha una connotazione peggiorativa.

Ma questa teoria è stata gettata nel dimenticatoio.

Lo sviluppo del Black Friday in Svizzera

Black Friday

Per molto tempo la Svizzera ha sentito parlare del ” Black Friday ” solo dai titoli dei giornali che hanno fatto il punto su questo fenomeno negli Stati Uniti.

Venivano descritti i negozi sovraffollati, gremiti da una folla impressionante che si aggirava davanti agli scaffali, con lunghe code davanti ai centri commerciali. La frenesia per le strade si scatenava con il Black Friday.

Solo dopo il 2010 in Svizzera i primi negozi hanno cominciato a fare capolino.

Tuttavia, quasi nessuno ha sentito parlare delle loro offerte. Inizialmente questi negozi non erano molto popolari, soprattutto perché questa tradizione non era ancora ben radicata nelle tradizioni svizzere.

La grande esplosione è avvenuta nel 2015.

Manor, questo grande marchio con un fatturato di poco meno di 3 miliardi di franchi, con il suo peso sul mercato al dettaglio svizzero, ha comportato una riduzione del 30% su tutti i suoi prodotti.

Questa iniziativa è stata accompagnata ed elogiata da un’ampia campagna pubblicitaria su numerosi quotidiani svizzeri ed è stata inoltre elaborata un’intera strategia di marketing.

I concorrenti sono stati presi alla sprovvista da Manor che li ha superati.

Nessuno è stato in grado di presentare le proprie offerte in questo breve lasso di tempo.

Di conseguenza, è stato un trionfo assoluto per Manor. Secondo la giornalista Ellen Steinbrecher, il fatturato di questo Black Friday è stato di tre volte superiore a quello di un giorno normale.

Questa dura sconfitta è stata l’occasione per i concorrenti di trarre le opportune conclusioni. Non potevano lasciare che quella delusione rimanesse in eterno.

Sono stati elaborati rapidamente dei piani, messi a punto per lanciare i propri assalti e per prepararsi al Black Friday dell’anno successivo.

Nessun commerciante ha voluto lasciarsi scappare questo evento, “l’evento dello shopping”, che avrebbe avuto ben presto importanza focale.

Così, poche settimane prima del 25 novembre 2016, sono state comunicate le prime informazioni relative alle offerte speciali dei vari commercianti.

La vera propaganda mediatica è stata orchestrata per il Black Friday. Le vie ed i centri commerciali hanno iniziato a rivolgersi alle autorità amministrative dei comuni e delle città per un prolungamento degli orari di apertura.

Per concludere, è possibile che non vi siano statistiche di vendita affidabili per il Black Friday Switzerland. Tuttavia, si pensa che il fatturato abbia superato di tre volte una giornata standard e che il Black Friday sia diventato il giorno di shopping più redditizio della Svizzera.

E, di sicuro, una giornata ancora più redditizia, più fruttuosa rispetto ai giorni prima di Natale o l’inizio della vendita.

Tutto lascia presagire che nel 2019 i clienti potranno aspettarsi offerte ancora più interessanti, vantaggiose e appetibili rispetto all’anno scorso! Lo speriamo con tutto il cuore, per il bene dei consumatori.

Black Friday Svizzera 2019
Login/Register access is temporary disabled